contact@furioso.info

Samsung investe in 7 star-up sviluppate nel C-Lab

Samsung C-lab

La casa coreana quest’anno ha deciso di investire in 7 start-up selezionandole tra le migliori idee sviluppate all’interno del C-Lab. Questi fortunati nuovi imprenditori hanno usufruito della formazione fornita nei mesi precedenti, dalle migliori figure di Samsung. Essi hanno appreso alcuni aspetti chiave del know-how che un’azienda deve possedere per raggiungere il successo nel settore dell’alta tecnologia.

Questi progetti avranno inizio a partire dal prossimo 31 Ottobre, essi spaziano tra applicazioni per gli acquisti, dispositivi per la salute e anche per la realtà virtuale.

  1. Si chiama Hyperity un VR, già presentato al Mobile World Congress di Barcellona, che permette di gestire da remoto smartphone e PC con un paio di smart glasses connessi tramite wi-fi direct. Hyperity dà inoltre la possibilità di giocare in prima persona in ambienti 3D e, con un semplice tocco, grazie alle lenti in vetro elettrocromico, gli occhiali possono essere utilizzati per applicazioni di realtà aumentata.
  2. Linkface è invece un visore studiato per far interagire l’utente con i contenuti VR muovendo semplicemente il volto. Come? Il dispositivo è dotato di sensori in grado di rilevare, ad esempio, se si sta sorridendo o se si inarcano le sopracciglia e tradurre le espressioni in comandi grazie a cui si può avviare un video, scorrere una galleria di foto o interagire con il proprio avatar.
  3. Pixelro permetterà a tutti gli utenti affetti da presbiopia di leggere i contenuti dello smartphone nitidamente senza ricorrere agli occhiali. Ciò è possibile grazie ad una pellicola da applicare sul monitor che riesce ad ingrandire testi ed immagini ed un’app apposita che si adatta alle esigenze dell’utente calibrando lo schermo nel modo desiderato.
  4. Bluefeel invece è un purificatore d’aria portatile che sostituisce la mascherina, esso è usato per combattere lo smog.
  5. Con Defindè quasi impossibile sbagliare numero di scarpe mentre si fa shopping online. L’applicazione sfruttando la fotocamera dello smartphone esegue una scansione 3D del piede e verifica se le dimensioni dell’articolo che si intende acquistare combaciano o meno.
  6. SoftLunch è un’app di diretta concorrenza con altre, essa vuole introdurre un nuovo sistema di valutazione per ristoranti che mira a combattere le recensioni fasulle sfruttando i social e la posizione geografica dell’utente.
  7. 1Drop trasforma lo smartphone in un rilevatore del livello di glucosio nel sangue. Utile per diabetici, l’apparecchio sfrutta LED e fotocamera sul retro dello smartphone a cui va applicato una striscia reattiva, usa e getta a basso costo, per effettuare la misurazione.

Iscriviti a Furioso.infoNON ISCRIVERTI SE NON VUOI RIMANERE AGGIORNATO!

Nessun commento

Aggiungi il tuo commento