contact@furioso.info

Come configurare Google Nest Hub – Guida completa

google nest

Cos’è il Google Nest Hub

Come configurare Google Nest Hub

Nest Hub è il dispositivo che permette a noi esseri umani di instaurare un vero e proprio rapporto con un robot: sì dai vediamola così.

Mai sentito parlare di domotica? La domotica permette di avere una casa o anche solo una stanza controllabile tramite le ultime tecnologie disponibili, il che è fantastico: se non fosse ovviamente sul lato privacy che purtroppo…va sempre di più a diminuire, ma si parla di compromessi. (Leggi la legge sulla privacy di Google)

Indice

Questo dispositivo adotta un display con integrata una cassa che permette all’Assistente Google di poter comunicare con noi.

Alcuni di voi diranno: “Ma ci sta già l’app su smartphone”, sì okay è vero ma personalmente posso affermare che su 5 volte che lo utilizzo in un giorno, 2 sono le volte in cui mi è stato veramente utile (intendo nel risvegliarsi e carpire subito la frase che ho detto).

Come configurare Google Nest Hub

Leggi anche: Come attivare “Ok Google!” sul telefono

Questo problema non ci sarà più grazie all’ausilio di due microfoni posizionati nella parte anteriore, sembrano pochi ma il loro lavoro lo fanno e come (e considerate poi che sarebbe opportuno anche avere vari Google Home Mini in giro per casa così da poter dire “Ok Google!” in qualsiasi momento ed essere sempre ascoltati).

Il Nest Hub non è solo un’Assistente, o meglio, possiamo delegare a lui le azioni quotidiane da svolgere, ma può svolgere varie funzioni molto utili e carine:

  • Fare da cornice digitale;
  • Riprodurre musica;
  • Riprodurre video;
  • Meteo;
  • altro
Come configurare Google Nest Hub
foto: Google

Insomma, è veramente un elemento essenziale per gli amanti dell’Hi-Tech e per chi vuole far dire “Wow!” ad ogni persona che entri da quella porta.

Prima review

Come configurare Google Nest Hub

Questa specie di tablet avanzato ha un display da 7″ con cornici ben ottimizzate, è molto piacevole alla vista. Esso ha la peculiarità di avere un sensore di luminosità posto al centro in alto, così da permettere una giusta regolazione della luminosità sia adattiva che con una precisa taratura dei colori in base alle temperature dell’ambiente (se ho una parete rossa, i colori blu nel display potrebbero risultare violacei, ma grazie a questa tecnologia si va ad ovviare a questo problema).

Questo Hub ha due tasti per il volume posti sulla parte destra del device, e dietro uno switch per poter disabilitare il microfono (ad esempio volendo trasformarlo solamente in una cornice digitale o a una galleria d’arte).

Come configurare Google Nest Hub
foto: Google

Come configurare Google Nest Hub

Okay ora che hai un quadro generale di ciò che è e che fa Google Nest Hub (sempre se hai letto perché magari hai scrollato fino a qui data la tua pigrizia EHEH!), vediamo come configurare Google Nest Hub!

Cosa serve

  • Rete Wi-Fi
  • Smartphone
  • Google Home

Benissimo, ora vedrai passo passo come effettuare la prima configurazione del tuo nuovo aggeggio Google!

Dato che immagino tu preso dalla fretta e dalla foga lo abbia già aperto e acceso, passerò subito ai passi fondamentali da eseguire e ti aiuterò proprio nella fase di inizializzazione.

  1. Collega il Nest Hub alla corrente
  2. Accendilo
  3. Attiva il Wi-Fi sul tuo telefono
  4. Scarica Google Home o clicca questo link sul tuo smartphone
  5. Avvia l’app ed esegui questi passaggi:

Aggiungi > Configura dispositivo > Configura nuovi dispositivi a casa tua > Scegli casa > Avvia

Per poter collegare il tuo Nest al tuo smartphone dovrai avere necessariamente collegati entrambi alla stessa rete Wi-Fi, ti basta solo attivarlo sul tuo telefono e il resto avverrà in automatico (comunque Google offre step by step in tempo reale i passaggi da eseguire quindi tranquillo!).

Come fare se non hai il Wi-Fi

E come fare se non possiedi di una connessione Internet? O meglio, magari non hai un ADSL o una Fibra e quindi navighi con i tuoi GB in 4G*, e quindi non potrai utilizzare il tuo Google Nest Hub?

*: Il 4G è indicativo, puoi fare da hotspot anche con un dispositivo non avente il 4G ma la velocità di connessione non soddisferebbe proprio al massimo ogni richiesta insomma.

La risposta è Sì, puoi utilizzarlo ma solo ed esclusivamente tramite un terzo dispositivo. Se possiedi uno smartphone anche datato ma comunque avente il 4G, puoi inserire una SIM dati (quindi purtroppo dovrai comprare una SIM aggiuntiva…) in questo secondo telefono, attivare il router e collegare il tuo telefono principale a questa rete.

Lo so è macchinoso e non molto piacevole, ma purtroppo se si attiva l’hotspot sullo smartphone principale non si può attivare il Wi-Fi e di conseguenza la configurazione tra Nest Hub (o qualsiasi altro apparecchio come il Chromecast ad esempio) non può avvenire.

Cosa permette di fare

Questo dispositivo ti permette ad esempio di controllare il meteo, di farti una panoramica generale delle notizie del giorno, di raccontarti barzellette, di avviare la musica, di riprodurre un video, di aprire una ricetta senza dover toccare il display con le dita unte d’olio: di poter svolgere tutte quelle azioni quotidiane, semplicemente parlando. Ma comunque basta chiedergli “Cosa sai fare?” per sapere filo e per segno tutte le azioni disponibili.

Come configurare Google Nest Hub

Dove acquistarlo

Google Nest Hub si trova ora ad un prezzo di 129€ acquistabile presso tre negozi principali: Google, Amazon, Unieuro e Mediaworld!

Inoltre, comunque Nest Hub non è unico nel suo genere ma abbiamo anche già visto ad esempio Amazon Echo Dot, che è paradossalmente simile, a voi la scelta!

Come configurare Google Nest Hub

Se leggi questo spero tu sia riuscito a configurare il tuo nuovo dispositivo Google, divertiti e non preoccuparti della privacy: ci ascoltano tutti tranquillo. Seguici su Instagram o commenta qui sotto per qualsiasi problema!

 

Nessun commento

Aggiungi il tuo commento