contact@furioso.info

Libra, la criptovaluta di Facebook: ecco cosa c’è da sapere

Libra facebook

Libra è la nuovissima moneta di Facebook per pagamenti virtuali.

Cos’è Libra?

Come avete già capito dal titolo e dal sottotitolo, questo è il nuovo coin di Facebook, ovvero, una criptovaluta.
Dopo mesi di rumors infatti, Mark Zuckerberg ha svelato le carte ed ha presentato Libra che verrà usata per i pagamenti virtuali, proprio come accade in Cina con WeChat.

È o non è un Bitcoin?

La nuova moneta di Facebook non è un Bitcoin, bensì è una stablecoin, ovvero, una moneta che a differenza dei Bitcoin può essere spesa per fare acquisti. Il valore di una libra sarà simile al valore di un solo dollaro o, di un euro (quest’ultima opzione è meno probabile).
Inoltre, per evitare riciclaggi e truffe, la società statunitense, farà degli accordi commerciali con le banche. Per questo motivo, si può paragonare il coin Facebook simile ad altri metodi di pagamento virtuali già esistenti da un po’ di tempo.

La collaborazione con gli ex Soci e la sua gestione

Zuckerberg per creare la sua criptovaluta “controllata” ha dovuto chieder l’aiuto di due dei suoi ex soci, i gemelli Cameron e Tyler Winklevoss. I tre all’epoca finirono in tribunale per chiarire chi fosse il creatore di una delle società più potenti al mondo, Facebook.
I tre sono riusciti a collaborare a questo progetto, anche perché Mark non ne poteva fare a meno, essendo che i fratelli Winklevoss sono nel campo delle criptovalute da moltissimi anni con l’exchange Gemini ed hanno buoni rapporti con i governi e le autorità finanziarie.

La gestione spetterà ad un’organizzazione no Profit, la Libra Association. Questa sarà (a differenza dei bitcoin che non prevedono questa procedura) un’autorità centrale.
Oltre a Facebook, tra i membri del consorzio saranno presenti anche società come MasterCard, Visa, PayPal, eBay, Spotify, Vodafone, Uber e altre fino ad avere un totale di 23 aziende. L’obiettivo è quello di arrivare a 100 aziende che collaborino, investendo però 10 milioni di dollari sul progetto, così facendo la Libra non verrà identificata come la “moneta di facebook”.

libra

Vantaggi Libra

Secondo l’organizzazione (anche se diparte), la nuova moneta servirà per dare una scossa al mercato finanziario. Con le Libre ci sarà più libertà nello scambiarsi il denaro tra i paesi oltre frontiera. Grazie a questa moneta, non ci saranno o almeno non saranno così costosi i passaggi di denaro da un continente all’altro, e non come avviene per le banche che richiedono spesso grosse cifre.
Un altro problema, fin’ora persistente, sono le quasi 2 miliardi di persone nel mondo a non possedere un conto bancario, è qui che la criptovaluta facebook si insinua, permettendo di inviare denaro anche a famiglie le quali vivono in paesi in via di sviluppo.

Un altro vantaggio è l’addio all’inflazione. Ovvero? L’offerta della nuova moneta virtuale crescerà o si ridurrà in base a quanto verrà gradita dal pubblico dei social.
L’associazione no profit acquista titoli, dollari, euro e creerà nuove libre (se questa verrà apprezzata); altrimenti, se gli utenti vorranno in massa, incassare, la Libra Association pagherà e brucerà la quantità di Libra giusta.

Il portafogli

Come tutte le operazioni finanziarie, l’utente ha bisogno di fare dei controlli, per questo libra disporrà di un proprio portafogli chiamato Calibra.
Questa verrà gestita da Facebook, la quale ha già dichiarato che i dati finanziari di Calibra saranno separati dai dati dei Social Network e non verranno utilizzati per migliorare il targeting delle inserzioni su famiglia dei prodotti Facebook.

Uscita

La libra verrà lanciata ufficialmente sul mercato nei primi mesi del 2020 come criptovaluta, ovvero, una moneta totalmente digitale e per come tutte le altre criptovalute le transazioni verranno registrate e confermate nel Blockchain.

Il mercato finanziario sta prendendo sempre più questa direzione, ed ora grazie ad un colosso come Facebook, si potrà iniziare a dire addio alle monete e alle banconote, anche se è ancora presto?

Iscriviti a Furioso.infoNON ISCRIVERTI SE NON VUOI RIMANERE AGGIORNATO!

 

Nessun commento

Aggiungi il tuo commento